4 Novembre: "Giorno dell’Unità Nazionale" e "Giornata delle Forze Armate"

La Città di Sansepolcro ha oggi celebrato il Giorno dell’Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate, che quest’anno coincide con il centenario della conclusione vittoriosa della Prima Guerra Mondiale.

Un appuntamento di grande importanza per rinsaldare i vincoli di unità del nostro paese nel ricordo dei Caduti di tutte le guerre.

Alle 10: 30, nella Chiesa di Sant’Antonio, da Monsignor Giancarlo Rapaccini è stata celebrata la Santa Messa in suffragio dei Caduti.

Ne è seguito il corteo, che ha visto le varie rappresentanze sfilare per le vie cittadine fino al Monumento ai Caduti.

Dopo la cerimonia dell’Alzabandiera, sono stati resi gli Onori ai Caduti mediante la deposizione di una corona di alloro mentre il trombettiere della banda “Filarmonica dei Perseveranti” di Sansepolcro intonava il silenzio di ordinanza.

È stata data lettura dei messaggi inviati dal Presidente della Repubblica, On. Sergio Mattarella, e dal Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta.

“Nei Sacrari e nei Borghi rimane il monito delle sofferenze patite da coloro che hanno lottato per l’unità e la libertà della nostra Patria: un messaggio che dice pace, rivolto in particolare alle nuove generazioni affinché le aberrazioni perpetrate dalla guerra contro l’umanità non debbano più ripetersi”.

Questo è uno dei passi più significativi del messaggio inviato dal capo dello Stato, che nel corso del suo intervento durante le celebrazioni in Trieste, ha voluto sottolineare: “Prima di venire qui a Trieste sono andato a rendere omaggio ai caduti raccolti nel Sacrario di Redipuglia. In quel luogo, accanto alle centomila e più tombe di soldati italiani, uomini di ogni età e provenienza, ce n’è una - una sola - dove riposa il corpo di una donna. È la tomba di Margherita Kaiser Parodi Orlando. Era una crocerossina, di famiglia borghese, partita per il fronte quando aveva appena 18 anni. Morì tre anni dopo, di spagnola, dopo aver assistito e curato centinaia di feriti”.

Ha chiuso la cerimonia l’intervento del Sindaco Mauro Cornioli, che ha voluto ricordare il sacrificio dei 207 biturgensi caduti durante il primo conflitto mondiale.


45364100_1903851813024054_5313621014763012096_n 2jpg

untitled6png

45331536_1903851713024064_3853212484924080128_n 2jpg

untitled9 2png

45340715_1903851919690710_8852437534228086784_njpg

45384724_1903852209690681_2247812451946987520_n 2jpg

45351673_1903852499690652_7566655850589192192_n 2jpg

45407874_1903852676357301_5497056276246429696_n 2jpg

45379021_1903852623023973_5421617898701455360_njpg

45363176_1903852883023947_4540456386709946368_n 2jpg

45449978_1903852049690697_3984962290356060160_n 2jpg

45302326_1903852713023964_8697060782988328960_n 2jpg

45370924_1903853136357255_2713687236716527616_n 2jpg

untitled11png

45427202_1903853079690594_6757111943300907008_n 2jpg